Tag: Qui Bologna

LITOPAT S.MARTINO JUNIOR CAMPIONE NAZIONALE RAGAZZI

Nell’ultimo atto della Winter League 2018/2019, la Finale Nazionale Ragazzi, svoltasi domenica 10 marzo sugli impianti bolognesi della Record e del Palacus, si è concretizzata una delle più classiche sorprese che certe volte lo sport regala. Soltanto una settimana fa i ragazzi della formazione del Litopat S.Martino Junior, seconda classificata nel girone Veneto Ovest dietro i vincitori della Crazy Sambonifacese, si preparavano ad una tranquilla domenica senza impegni sportivi, ma la rinuncia da parte del Livorno 1948, secondo classificato nel girone toscano ed ammesso alla finale nazionale, li ha portati a Bologna e, alla fine di un’intesa giornata di baseball, ad alzare la coppa di Campione Nazionale Winter League. D’altronde se le partite, in tutti gli sport, fossero giocate solo sulla carta sarebbe tutto meno divertente.

Si comincia di buon mattino con i romagnoli dello Junior Rimini che sconfiggono agevolmente il Padule Sesto Fiorentino (7-0). I romagnoli allungano la striscia positiva cominciata nella fase regionale (8 vittorie consecutive) non trovando grande resistenza nei ragazzi toscani. I riminesi sono al solito concreti in battuta (doppi di Metalli e Gregorini) e implacabili dal monte, lasciando solo due arrivi in base in 4 inning al Padule. Contemporaneamente gli Athletics Bologna, con lo stesso rotondo risultato, hanno avuto vita facile con il Ferrara Baseball. Dopo un iniziale equilibrio, i bolognesi vanno in vantaggio con  Suarez, in base per valida, su lancio pazzo. Al terzo gli Athletics si portano sul 4-0, con il singolo di Achille Volpones ed un doppio ancora di Suarez. Punteggio finale (7-0) fissato dalle valide di Musi, Brunelli e Greco.

Nei successivi incontri sono scese in campo le formazioni friulane e venete: la Litopat S.Martino Junior ha avuto ragione dei Rangers Redipuglia (6-2) mentre i Ducks di Staranzano hanno sconfitto la Crazy Sambonifacese (3-0). Partita, quest’ultima, di buon livello ed equilibratissima, decisa all’ultima ripresa. Per quattro inning i lanciatori, Doria e Franceschini per i Ducks, Baltieri e Dal Pozzo, tengono a stecchetto gli attacchi avversari. All’ultimo inning le valide di Capitanini e Rizzo e soprattutto il doppio di Doria danno i 3 punti decisivi. Il S.Martino soffre solo al primo inning con il Redipuglia. Dopo essere passato in svantaggio al grazie al doppio del friulano Franco, i veronesi riprendono subito in mano la partita grazie alle valide di Dal Maso e Raimondi (3 su 3 per lui con tre doppi) e chiudono in controllo la partita.

Terzo incontro di giornata al Palacus e facile successo dello Staranzano sugli Athletics (7-1), qualificandosi di fatto già per la finalissima. Gli Athletics partono in vantaggio con le valide di Carolingi e Greco, lasciando però colpevolmente 3 corridori in base. Subito i friulani reagiscono e mettono ko i felsinei: due doppi a seguire, ed il fuoricampo di Franceschini mettono i primi tre punti e l’ipoteca sulla gara. Successivamente i Ducks controllano la gara, non concedendo più nulla ai bolognesi (9 eliminazioni consecutive in difesa) ed incrementando il vantaggio fino al risultato finale. Alla Record invece i Rangers vincono sul Padule (4-2). Si decide tutto all’ultimo inning. I toscani, in svantaggio 1-0, segnano due punti grazie ad un errore a alla valida di Jordan Ariani, ma nell’ultimo attacco i Rangers ribaltano ulteriormente il risultato, grazie quattro valide consecutive sul rilievo toscano.

L’incontro decisivo del girone A, all’ora di pranzo, ha visto affrontarsi S.Martino e Rimini, chi vince ottiene il posto in finale, e a spuntarla è stata la squadra veronese (4-1). Ed è una sorpresa anche per come si è svolta la partita. Parte bene il Rimini segnando un punto al secondo inning mentre Ruggeri dal monte subisce sì l’ennesimo doppio della giornata di Raimondi, ma riesce a non subire punti, realizzando 6 strike out totali. Nonostante una difesa veronese piuttosto fallosa (ben 4 errori complessivi) i riminesi non riescono più a segnare, incappando in una partita negativa nel box, realizzando zero valide. Ed è al quarto inning che il S.Martino piazza la zampata decisiva. Sulla miglior lanciatrice della fese regionale, Noemi Cortesi, i veronesi realizzano i 3 punti decisivi con due doppi, Pitteri e Storti. L’ultimo inning non serve al Rimini per recuperare e il fuoricampo da un punto di Pitteri è il suggello alla sorpresa della giornata. Utili solo per definire i posti di rincalzo le successive vittorie del Rimini sui Rangers (8-0), del S.Martino sul Padule (5-2), dello Staranzano su Ferrara (9-4) e del S.Bonifacio sugli Athletics (6-0).

Ed eccoci alla finalissima. Partita giocata bene dalle difese e dal reparto lanciatori e decisa da un solo punto a referto. I partenti, Doria per i Ducks e Pitteri per il S.Martino, tengono bene il monte non concedendo punti. Il bullpen veronese si dimostra però migliore rispetto a quello friulano. Al cambio lanciatori infatti il S.Martino segna il punto decisivo grazie alle due battute extrabase di Farinati e Raimondi mentre lo Staranzano non riesce più a mettere uomini in base e lo stesso Raimondi, con 6 strike out consecutivi, chiude la partita. La manifestazione non prevede il premio come MVP, ma se ci fosse stato difficilmente sarebbe sfuggito al ragazzo veronese, autore complessivamente di 6 valide con altrettanti doppi e, come detto, la chiusura decisiva della finale. Sono stati premiati infine come miglior battitore Marco Rizzo, dello Staranzano, e come miglior lanciatore Mattia Ruggeri, dello Junior Rimini.

Arrivederci alla Winter League 2019/2020.

Rimini imbattuto domina la Winter League Emilia Romagna

A Bologna tutto come da pronostico con lo Junior Rimini che conclude la manifestazione imbattuto e fa incetta anche di premi individuali. Si parte di buon mattino con la prima semifinale tra i padroni di casa degli Athletics Bologna e l’Eurocert Srl S.Lazzaro ’90, già incontratesi nel girone di qualificazione, in quella che alla fine risulterà la partita agonisticamente più interessante. Partono bene gli Athletics che vanno in vantaggio subito con Carolingi, in base su ball, spinto a casa prima dalla valida di Contri e poi da una palla mancata del catcher. Sarà perà l’unico punto subito da un eccellente Tamburini dal monte sanlazzarese che chiuderà i suoi due inning con ben 4 eliminazioni al piatto. Il S.Lazzaro non ci sta e pareggia i conti al secondo, dopo aver sprecato già al primo inning in una situazione di basi piene. Per i gialloverdi bolognesi lancia due inning Carolingi, più scontrollato del solito e che regala il pareggio tra basi gratis e lanci pazzi. Al cambio dei lanciatori si decide l’incontro. Dopo un terzo inning a zero per entrambe le squadre gli Athletics realizzano due punti al quarto inning, grazie alla valida di Suarez, ma soprattutto alle tre basi gratis e ad un colpito. S.Lazzaro invece trova un ostacolo insormontabile in Alex Contri, che realizza 5 strike outs e chiude la partita da vincente (3-1). La seconda semifinale è molto meno interessante. Troppo forte lo Junior Rimini che schianta a suon di valide (ben 7 in tre inning) la resistenza della Fortitudo Bologna (9-3 il finale), riprendendo il suo cammino immacolato ottenuto nel girone di qualificazione. Nella finale per il 3°-4° posto la Fortitudo cede il passo anche al S.Lazzaro (4-3), ma solo all’ultimo inning con una palla mancata del catcher che concede il punto della vittoria.

Prima di raccontare la finalissima piccola digressione per raccontare che, contemporaneamente nella cornice del Palacus si sono affrontate Dustbins, Pianoro Baseball e Ravenna Baseball per i posti dal quinto al settimo. I romagnoli, con due vittorie abbastanza facili, 6-2 vs Pianoro e 4-2 vs Dustbins, si sono aggiudicati il quinto posto mentre i Dustbins, a loro vincenti su Pianoro (5-3), hanno ottenuto il sesto posto.

Atto finale della manifestazione l’incontro tra i favoritissimi riminesi e la sopresa Athletics. Qualche volta ci sono favole a lieto fine, molto più spesso i più forti vincono. E così è stato, con il Rimini inarrestabile in attacco (altre 7 valide a segno) e implacabile in difesa, con nessun bolognese in grado di raggiungere la terza base. Il risultato finale (8-0) non lascia adito a dubbi sull’andamento della partita. Ad appannaggio della squadra del manager Cristian Giovanelli anche i premi individuali: Manuel Metalli miglior battitore (8 hit su 13 turni, avg.813) e Noemi Cortesi miglior lanciatrice (0 punti subiti in 7 inning, conditi anche da 19 strike out), completano il quadro di una manifestazione impeccabile per i piratini.

La Fortitudo Bologna stravince la Winter League Allievi Centro

A Bologna di scena la Finale Allievi.

Si comincia come di consueto con le partite che assegnano i posti di rincalzo. Nella finale per il 9°/10° posto il Castenaso Baseball ha avuto ragione del Tozzona Imola (3-2) in una partita decisa all’ultimo inning quando il Castenaso, grazie a tre valide consecutive di cui due extra base, ha realizzato i tre punti che gli imolesi non hanno colmato nell’ultimo attacco, pur mettendo a segno a loro volta due valide e due punti. I Goti prevalgono sugli Athletics (5-2) aggiudicandosi il settimo posto, al termine di una partita assai equilibrata. Parziale 2-0 per i bolognesi alla prima ripresa, approfittando dei problemi di controllo del lanciatore romagnolo. Prima reazione di Godo al secondo inning, con Montalti, in base per doppio e poi a punto grazie ad una serie di basi gratuite. Alla terza ripresa i Goti passano in vantaggio (4-2), con le valide di Antonio Casadio e Cela, condite da un errore della difesa bolognese. All’ultimo inning gli Athletics reagiscono, ponendo due corridori in base, ma la difesa romagnola approfitta di una ingenuità dei corridori bolognesi per chiudere con un out in diamante una situazione difficile. Senza storia la finale per il quinto posto con il San Marino che ha avuto vita facile sul Padule Sesto Fiorentino (4-0) portandosi in vantaggio fin dal primo attacco con due valide, Guidi e Mancini, e non lasciando che le briciole all’attacco toscano.

Dopo le finaline sono andate in scena le semifinali per il titolo, le partite più spettacolari della giornata. Nella prima la Fortitudo Bologna ha avuto ragione del Ravenna Baseball (1-0) al termine di una partita in cui i lanciatori, Merolla e Martelli per i bolognesi, Laghi e Popov per i ravennati, hanno lasciato letteralmente le briciole agli attacchi. La coppia della Fortitudo realizza rispettivamente 9 e 5 eliminazioni al piatto, concedendo soltanto due basi gratis e una valida, tra l’altro al primo inning. Simile il ruolino dei due ragazzi del Ravenna, 9 e 3 strike outs, con la partita decisa dalla sola valida bolognese di Varignana che spinge a punto Marzari in base per colpito al primo inning. Bella anche la seconda semifinale tra Itas Adriatic LNG Rovigo e Crazy Sambonifacese. Sulla falsariga del match precedente i due partenti, Taschin per i rodigini e Verzin per i veronesi, non concedono quasi nulla. Il Crazy manda più uomini in base, tra valide (3) e basi gratis (3), ma Taschin, da buon figlio d’arte, ne coglie ben tre fuori base per altrettante eliminazioni e chiude il suo lavoro dal monte senza punti subiti. Il Rovigo invece capitalizza le due valide iniziali, Disette e Taschin stesso, per segnare un punto al primo inning. Al cambio dei lanciatori però la situazione si ribalta. Il monte del Rovigo subisce quattro valide e regala due basi per il sorpasso veronese (2-1), vantaggio che il rilievo del Crazy, Viviani, blinda con due strike outs finali.

Nella finale per il terzo e quarto posto il Rovigo ha poi avuto ragione del Ravenna (4-1) grazie ad una maggiore incisività in attacco, 4 valide contro 1, tra cui da segnalare il 2/2 di Taschin. Nella finalissima la Fortitudo Bologna ha dimostrato la sua forza vincendo con un netto 10-0 al quarto inning sul Crazy Sambonifacese. Senza storia l’incontro con la coppia Merolla-Martelli che concede un solo arrivo in base in 3 inning mentre l’attacco bolognese fa sfracelli del monte veronese. Ben 8 dei 10 ragazzi mandati in campo dal duo di allenatori Luca Draghetti e Carmelo Merolla hanno colpito valido (10 in totale), sulla falsariga di quanto fatto vedere in tutto il torneo.

Premi individuali quasi scontati, anche se le statistiche sono strane a volte, ma non ieri: Filippo Merolla miglior lanciatore e Giacomo Taschin miglior battitore, indiscutibilmente i migliori nei rispettivi ruoli.

A Bologna definito il quadro delle semifinali in entrambe le categorie

In Emilia Romagna definito il tabellone delle finali.

Nei Ragazzi doppia battuta d’arresto (su tre incontri) per il Ravenna Baseball che in questa maniera perde il posto in semifinale a vantaggio della Fortitudo Bologna che il 24 febbraio affronterà lo Junior Rimini nella prima semifinale. Eurocert S.Lazzaro ’90 e Athletics Bologna guadagnano rispettivamente il secondo e terzo posto e si affronteranno nella seconda semifinale. Partenza col botto con il derby bolognese tra Athletics e Fortitudo, come di consueto incerto. Dopo un inizio in equilibrio, con i lanciatori, Alex Gamberini per i biancoblu e Alessandro Carolingi per i giallo verdi, che riescono a chiudere indenni le prime due riprese, al terzo inning gli Athletics rompono l’equilibrio: doppio di Filippo Brunelli che arriva in terza per un errore degli esterni, base ad Alessandro Carolingi, valida di Pablo Suarez che anche grazie la complicità della difesa avversaria frutta due punti. Poi su lancio pazzo arriva il terzo punto. All’ultima ripresa la Fortitudo riapre i giochi, grazie agli omaggi degli avversari: due basi su balls ed un lancio pazzo fanno segnare un punto, e la valida a seguire di Alex Gamberini fa segnare il secondo, ma la gara si chiude con l’out a casa base della difesa Athletics sul successivo corridore (3-2). Nella successiva partita la Fortitudo sgambetta il Ravenna Baseball (4-3) togliendo ai romagnoli il posto in semifinale. Decisivi i primi due attacchi bolognesi che fruttano tutti i quattro punti che il Ravenna non riuscirà più a colmare, nonostante nell’ultimo attacco i ravennati terminino la partita con le basi piene. Nel terzo incontro della giornata ancora Ravenna, questa volta contro il S.Lazzaro, e ancora sconfitta (7-4), maturata all’ultimo attacco dei sanlazzaresi, dopo che i romagnoli erano riusciti ad impattare un disavanzo di due punti al termine del quarto inning. Inutile per la classifica la partita tra Pianoro Baseball e Ravenna, con questi ultimi vincenti (9-6) dopo aver subito il recupero pianorese grazie al singolo homerun della giovane Sveva Moggi. Appuntamento al 24 febbraio con lo Junior Rimini che parte ampiamente coi favori del pronostico dopo il percorso netto fin qui avuto.

Nella categoria maggiore doppi incontri per Asd Goti, S.Marino e Crazy Sambonifacese. Nel primo incontro di giornata la Fortitudo Bologna ha ragione del S.Marino (5-3), guadagnando un posto in semifinale. Partenza forte dei bolognesi che fanno il pieno di punti al primo inning con le valide di Pani e Martelli ed un errore difensivo su battuta di Bellelli. I sanmarinesi non ci stanno e pur senza valide accorciano subito segnando due punti grazie alla solita aggressività sulle basi. Allungo decisivo della Fortitudo al terzo, ancora con Martelli (2 su 3 per lui), protagonista anche come closer. Nel successivo derby romagnolo tra Godo e S.Marino sono i ragazzi del Monte Titano ad uscire vincitori (3-1). Decisivo il secondo inning quando il partente ravennate Gattelli non trova la zona di strike e regala diverse basi e i tre punti che non saranno più recuperati, nemmeno all’ultimo attacco in cui, con le basi piene, lo strike out su Antonio Casadio chiude la contesa. Molto sottotono i ragazzi di Marco Bortolotti che perdono anche con il Crazy S.Bonifacio (3-2) e si ritrovano relegati al quarto posto finale. Anche in questo caso decisiva la difesa del Godo che pasticcia al terzo inning regalando i 3 punti decisivi: con prima e seconda occupate, la base gratis al terzo battitore manda in confusione il catcher che tira inutilmente in terza base, ma l’errore di tiro porta a casa i corridori. Ultimo e ininfluente incontro tra Crazy e Imola (7-0). In virtù degli scontri diretti a loro favore, pur terminando a pari punti, la Fortitudo ottiene il primo posto su S.Bonifacio e S.Marino il terzo su Godo. Le semifinali per il titolo regionale, già domenica prossima 17 febbraio, saranno Fortitudo-Ravenna e Itas Adriatic LNG Rovigo-Crazy Sambonifacese.

Junior Rimini senza rivali nei Ragazzi mentre è Ravenna la sorpresa negli Allievi

In Emilia Romagna come di consueto di scena sia Ragazzi che Allievi.

Nei più piccoli sembra inarrestabile la marcia dello Junior Rimini che inanella un percorso netto vincendo le tre gare disputate e si presenterà alla finale del 24 febbraio imbattuto. Nulla hanno potuto né i Dustbins (11-1), né il Pianoro Baseball (9-3), né tanto meno gli Athletics Bologna che in attacco lasciano ben quattro uomini sulle basi nei primi due inning senza segnare punto ed in difesa, con due errori in diamante più una serie di decisioni sbagliate, lasciano andare in comodo vantaggio i romagnoli che traghettano comodamente il risultato a loro favore fino al 7-0 finale. Nell’ultimo incontro in programma l’Eurocert S.Lazzaro ’90 ha sconfitto i Dustbins (6-5), resistendo al recupero finale dei bolognesi. Da segnalare i due doppi di Casano ed il fuoricampo interno di Tamburini per i sanlazzaresi. In classifica, dietro i riminesi, apertissima la lotta per gli altri posti in semifinale, con quattro squadre in lotta per tre posti.

Nella categoria maggiore protagoniste di giornata le squadre del girone 1, con doppi incontri per Itas Adriatic LNG Rovigo, Sesto Fiorentino e Ravenna. Sono proprio i ravennati la sorpresa di giornata visto che, dopo aver regolato il Castenaso Baseball (5-3), vincono lo scontro diretto con il Padule (4-3) e gli soffiano il secondo posto del girone e il diritto a giocare la semifinale. Parte in vantaggio il Ravenna (2-0) con due valide al primo inning, singolo di Federici e doppio di Buriani, ma il Padule non ci sta e al terzo inning ribalta il risultato approfittando del calo del partente ravennate Popov. Gli alligatori tuttavia sfoderano l’orgoglio e segnando un punto nella parte bassa del terzo e uno nel quarto portano a casa il risultato. Rovigo si è assicurata il primo posto sconfiggendo senza troppa fatica i fiorentini (7-1): protagonista Giacomo Taschin che oltre a lanciare due inning senza subire punti, in attacco mette a segno tre valide su tre turni di battuta.

Risultato a sorpresa nell’ultima gara in programma con gli Athletics che battono i rodigini (4-2). I veneti, ormai sicuri del primo posto, danno più spazio alle seconde linee mentre contrariamente alle precedenti gare i gialloverdi non commettono errori in difesa e sono molto più accorti del solito in attacco. Dopo le prime riprese in equilibrio (2-2 il parziale), all’ultimo inning gli Athletics mettono la freccia, con Carolingi, in base per valida, che ruba la seconda e segna punto sul doppio di Caramazza, che va poi a sua volta a punto su battuta interna di Manfredini. E’ poi compito di Carolingi, lanciatore partente degli Athletics, chiudere la gara senza subire valide, con due strike outs ed una eliminazione in diamante.

Nella giornata appena terminata da registrare anche la netta vittoria della Fortitudo su Imola (8-0), preludio alla prossima giornata che vedrà decidersi le sorti del girone 2, con Godo, la stessa Fortitudo, S.Marino e S.Bonifacio in lizza per i due posti in semifinale.

GRANDE EQUILIBRIO IN EMILIA ROMAGNA

Sia nella categoria Ragazzi che in quella Allievi giocate al Centro Universitario Record di Bologna regna l’incertezza.

Nei più piccoli massimo equilibrio dopo gli incontri della giornata appena trascorsa, soltanto Pianoro Baseball e Dustbins sembrano tagliati fuori dai giochi per i primi 4 posti. Nel primo incontro l’Eurocert Srl S.Lazzaro ’90 ha la meglio della Fortitudo Bologna col minimo scarto (3-2): tutto si decide all’ultimo inning con i sanlazzaresi che fanno il pieno di punti mentre la risposta bolognese si ferma a due punti e basi piene. Tutto facile per la Fortitudo nel successivo impegno con il Pianoro, liquidato con il punteggio di 9-0. Avvincente la partita tra Athletics Bologna e S.Lazzaro, decisa più dall’imprecisione dei lanciatori che dai battitori. Partono forte i gialloverdi segnando tre punti al primo inning senza valide e sempre senza valide il S.Lazzaro accorcia nella seconda parte dell’inning (3-2). Due valide consecutive di Marincolo e Suarez al 4° inning permettono un ulteriore allungo, ma il S.Lazzaro all’ultimo attacco sfrutta i regali del lanciatore e impatta il risultato sul 4-4. Più difficile del previsto la successiva vittoria Athletics sul Pianoro (10-8) raggiunta solo all’ultimo tuffo e a tempo scaduto. La classifica ora dice che il Rimini ha mantenuto la leadership anche senza giocare mentre Athletics, Fortitudo e S.Lazzaro hanno raggiunto e superato il Ravenna. Ma i giochi sono tutt’altro che fatti.

Negli Allievi esordio di S.Marino e Crazy Sambonifacese. Nello scontro diretto prevalgono i veronesi (5-1), più concreti in battuta e precisi dal monte. Due valide al primo inning (Viviani e Di Caprio) e una al secondo (Verzin) portano i 5 punti che i sanmarinesi non riusciranno più a recuperare. Il San Marino aveva in precedenza regolato facilmente il Tozzona Imola (5-2) con un solo passaggio a vuoto nel secondo inning che ha permesso il temporaneo vantaggio agli imolesi, poi rapidamente recuperato. Bella partita tra Crazy e Fortitudo Bologna. Il partente bolognese Filippo Merolla controlla bene il box avversario per i primi due inning, concedendo arrivi in base solo per errori difensivi che non costano punti. Anche il partente veronese Leo Viviani sembra in controllo prima di subire tre valide consecutive dalla parte bassa del line-up bolognese nel secondo inning, concedendo così 2 punti. Nel terzo inning le valide di Viviani e Dal Pozzo consentono al Crazy di accorciare le distanze (2-1), ma la Fortitudo allunga nuovamente (3-1) con altre due valide di Varignana e Bellelli, entrambi a 2 su 2. Niente da fare nell’ultimo attacco veronese con il risultato che non cambia. Ultimo incontro tra Athletics e Castenaso Baseball con i gialloverdi che come già nella categoria Ragazzi si vedono raggiungere solo nel finale dopo aver raggiunto il vantaggio massimo al secondo inning (4-1). Nell’ultimo attacco Castenaso ringrazia i lanciatori bolognesi che tra battitori colpiti (3) e basi ball (2) regalano l’insperato pareggio (4-4). Nel girone B il Godo rimane in testa, ma Fortitudo, San Marino e Crazy hanno mostrato di poter contendere il primo posto ai romagnoli. Nel girone A invece, pur senza giocare, Itas Adriatic LNG Rovigo e Padule Sesto Fiorentino sembrano ormai le semifinaliste designate. Ne sapremo di più nella prossima giornata, già domenica prossima 3 febbraio.

A BOLOGNA DI SCENA RAGAZZI E ALLIEVI. CERVIGNANO AL VIA.

Il circuito Winter League vedrà domenica l’esordio della manifestazione Ragazzi del Friuli Venezia Giulia. E’ la sesta edizione della rassegna organizzata dal Cervignano  Baseball nella palestra comunale cittadina. A contendersi la vittoria otto formazioni: i padroni di casa in versione Arancio e Blu, i NBP di Ronchi, i Dragons di S.Giorgio di Nogaro, l’Europa di Castions delle Mura, i Rangers di Redipuglia i Riverstones di Maserada ed i campioni in carica dei Ducks di Staranzano.

Previste 24 gare, suddivise nelle tre giornate della manifestazione 27 gennaio, 10 febbraio e 24 febbraio. Il ritmo del susseguirsi delle gare sarà come sempre sostenuto, nel tentativo di dare più tempo gioco possibile alle squadre ed agli spettatori.

Le squadre divise in due gironi eliminatori saranno qualificate per due gironi di semifinale da cui accederanno alle finali da cui scaturirà la vincente che avrà diritto di giocarsi la finale nazionale a Bologna.

In Emilia Romagna invece, dopo una sola domenica di riposo, scendono in campo di nuovo sia Ragazzi che Allievi. Nei più piccoli saranno protagoniste del programma tutte formazioni bolognesi, in una serie di scontri fratricidi per tenere il passo delle formazioni romagnole (Rimini e Ravenna) che sembrano già in fuga dopo l’ultima giornata di gioco. Doppi incontri per Fortitudo S.Lazzaro Pianoro e Athletics Bologna.

Nei più grandi esordio nella manifestazione per la Crazy Sambonifacese che, orfana del girone trentino, calca per la prima volta il diamante della Record e per i campioni nazionali uscenti del San Marino. Il secondo incontro della giornata vede lo scontro tra le due formazioni appena citate e lo spettacolo è assicurato. Imola, Fortitudo, Castenaso e Athletics le altre squadre che scendereanno in campo.

RIMINI GIA’ IN FUGA, OTTIMO INIZIO PER SESTO FIORENTINO

Anno nuovo, ma il palcoscenico della Winter League è sempre quello del Centro Universitario Record di Bologna dove si svolgono la manifestazione Ragazzi Emilia-Romagna e quella Allievi Centro.

Nei più piccoli a farla da padroni sono state le formazioni romagnole dello Junior Rimini (tre vittorie su tre partite) e del Ravenna Baseball (due vittorie e la sola sconfitta nel derby con i cugini riminesi). Tutto facile per Rimini che in tre partite incassa complessivamente soltanto 2 punti realizzandone ben 28, sfruttando in maniera cinica i problemi di controllo palesati dai lanciatori avversari. Vittorie nette contro la Fortitudo (7-1), contro S.Lazzaro (9-1) e contro Ravenna (12-0).

Gli alligatori dopo la netta sconfitta hanno ottenuto due belle vittorie contro i Dustbins Baricella (6-0) e contro gli Athletics Bologna (6-5), a cui non è riuscita la rimonta dopo essere stati in svantaggio 6-0. Completano il quadro degli incontri disputati la vittoria del S.Lazzaro sul Pianoro Baseball (8-4) e quella della Fortitudo sui Dustbins (5-3) maturata soltanto all’ultimo inning con la rimonta dei biancoblu.

Solo due partite nel programma degli Allievi e due vittorie abbastanza nette per il Padule Sesto Fiorentino, contro il Castenaso Baseball (6-0) e gli Athletics Bologna (7-1). Contro i gialloverdi bolognesi partita decisa dalle troppe basi gratis regalate dai padroni di casa a fronte del medesimo numero di valide colpite, due per parte.

A BOLOGNA DI NUOVO IN CAMPO LA WINTER LEAGUE 2018-2019

Dopo il consueto prologo dicembrino, riparte domenica 13 gennaio, a Bologna, la Winter League, il campionato nazionale indoor. In campo sia le formazioni Ragazzi partecipanti al girone Emilia Romagna che quelle Allievi del Girone Centro.

Per la categoria Ragazzi un programma foltissimo e che sulla carta promette spettacolo. In particolare segnaliamo le tre partite che vedranno impegnati gli alligatori del Ravenna Baseball: prima il derby romagnolo con lo Junior Rimini, seconda partita con i Dustbins Baricella ed infine i padroni di casa degli Athletics Bologna. Doppi impegni anche per la Fortitudo Bologna, l’Eurocert Srl S.Lazzaro 90 e Rimini, formazioni anch’esse all’esordio nella manifestazione.

La categoria Allievi vede soltanto due partite nel programma, con il ritorno nella manifestazione dopo qualche edizione di assenza per il Padule Sesto Fiorentino che affronterà nell’ordine il Castenaso Baseball e gli Athletics Bologna.

ROVIGO E GOTI SUBITO PROTAGONISTI IN EMILIA-ROMAGNA

La prima giornata della Winter League 2018-2019 sembra aver già delineato le protagoniste della categoria Allievi. Goti e Rovigo infatti, vincendo entrambe le partite giocate, comandano i loro gironi e mettono una grossa ipoteca su un posto in semifinale. Nella categoria Ragazzi, dove il calendario prevedeva solo due match, buon inizio dei padroni di casa degli Athletics.

I Dustbins prevalgono facilmente nel primo incontro contro il Pianoro baseball (8-0). Subito in vantaggio grazie al doppio di Santiago Gambera ed al singolo di Fabio Panessa, si limitano a controllare la gara, chiudendola agevolmente.

Nel secondo incontro, equilibrato nel punteggio, sono gli Athletics Bologna a prevalere contro gli stessi Dustbins. I gialloverdi vanno subito in vantaggio con Filippo Brunelli, in base per balls, su valida di Alex Contri e con lo stesso Contri su valida di Flavio Marincolo. I Dustbins accorciano al terzo inning su errore difensivo dei bolognesi, ma gli Athletics allungano nuovamente grazie al doppio di Alex Contri spinto poi a casa dalla battuta di Andrea Musi. Gli ospiti non ci stanno e al quarto accorciano nuovamente le distanze, ma il punteggio non subirà ulteriori variazioni, con l’ultima ripresa che si conclude con due strike outs del rilievo Flavio Marincolo ed un colto rubando in terza base (finale 3-2).

Tra i più grandi inizio agevole per i Goti di Godo che liquidano senza troppi patemi il Tozzana Imola (6-1). Nella successiva partita, la più equilibrata ed emozionante, i romagnoli sono riusciti solo in extremis ad avere ragione della Fortitudo Bologna. I bolognesi non lasciano nemmeno le briciole ai romagnoli con Filippo Merolla che dal monte di lancio ottiene in tre inning 8 strike outs su 9 eliminazioni consecutive mentre in attacco ottengono due punti al terzo inning grazie ad unerrore difensivo e alla valida di Anzovino (0-2). La partita prosegue senza sussulti fino al quinto attacco dei Goti dove succede di tutto: a tempo ormai scaduto il rilievo bolognese Giacobbi ottiene immediatamente due eliminazioni al piatto e la partita sembra finita sulla rimbalzante di Marco Kristiancich nel guanto dello stesso lanciatore. Ma l’assistenza in prima è imprecisa e il corridore arriva salvo. I fratelli Casadio battono due successive valide, singolo per Matteo e doppio per Antonio, dimezzando lo svantaggio (1-2). Ancora un errore di assistenza di Giacobbi su battuta di Simone Montalti ribalta la partita facendo entrare i due punti della vittoria (3-2).

Due vittorie abbastanza agevoli le ottiene il ITAS ADRIATIC LNG BSC Rovigo, prima 7-1 contro il Castenaso Baseball e poi 7-0 contro il Ravenna Baseball. Sempre in controllo i rodigini fin dall’inizio dei rispettivi match.

Nell’ultimo incontro in programma Ravenna prevale sugli Athletics col minimo scarto (3-2) sfruttando le ingenuità dei bolognesi. In vantaggio per due volte, i gialloverdi si sono fatti raggiungere e poi superare nel finale, con tre errori difensivi di Bologna contro zero dei romagnoli.