WINTER LEAGUE ALLIEVI 2022 – FINALE A TRENTO

Ed eccoci giunti all’atto finale della Winter League allievi 2022. Nuovamente Trento accoglie la finale del torneo indoor, stavolta nell’impianto di Lavis.

A causa dei problemi ben noti anche la finale si svolge in maniera più ridotta rispetto al solito, con Trento e Rovereto che si sfideranno in due partite per designare il terzo e quarto posto, mentre il gran finale sarà il doppio incontro tra i vincitori dei due gironi, Brescia e Rovigo.

Si comincia dunque con il derby trentino tra Bears Rovereto e Trentino Aquile: il primo incontro è una partita ad alto punteggio a causa di molte basi su ball, con i tridentini che incappano in un secondo inning a zero cui non riescono a porre rimedio se non parzialmente, recuperando qualche punto ma venendo sconfitti per 13-12.

Nella seconda partita, in cui le Aquile sono in casa, avviene il contrario e sono loro a portarsi in vantaggio, rintuzzando poi i tentativi roveretani di recuperare e imponendosi per 16-7, chiudendo il torneo al terzo posto.

Nel primo pomeriggio è finalmente il momento della gran finale: Brescia-Rovigo.

Il Rovigo, squadra ospite nella prima partita per sorteggio, parte subito fortissimo e mette sotto i lanciatori avversari, andando a segno in ogni ripresa grazie a un attacco potente, mentre il monte di lancio eccelle grazie a Bergamasco, che sarà premiato come miglior lanciatore, che non concede che le briciole agli avversario, lasciandone al piatto ben otto a fine giornata. Il sussulto bresciano finale porta solo ad una sconfitta più onorevole, 14-4.

Il secondo incontro è molto più equilibrato, con Rovigo che va comunque in vantaggio ma Brescia resta vicino e a portata di pareggio fino alla fine: ancora una volta i lanciatori rodigini riescono però a tenere a bada le mazze lombarde, e la rimonta non si concretizza, per il risultato finale di 6-2 per i veneti.

Vincendo entrambe le partite il Rovigo si porta quindi a casa la coppa di campione della Winter League Allievi 2022; inoltre fa incetta degli allori individuali, poiché oltre al già nominato Bergamasco, anche il premio per il miglior battitore va a un giocatore in casacca azzurra, l’ottimo Chinedozi.

CLASSIFICA FINALE:

1) Rovigo

2) Brescia

3) Trentino Aquile

4) Bears Rovereto

Si chiude così l’edizione 2022 del torneo, svoltosi pur in condizioni difficili ma che ha saputo riportare l’attenzione sull’attività invernale dopo una pausa. Un ringraziamento al comitato organizzatore del Trentino Aquile, agli arbitri che hanno diretto gli incontri e a tutte le persone che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

All’anno prossimo!

WINTER LEAGUE ALLIEVI 2022 – GIRONE NORD

Un segnale importante dal mondo dello sport verso il ritorno alla normalità è stato il ritorno della tradizionale manifestazione baseball indoor, la Winter League, il cui girone nord è stato nuovamente interamente ospitato dalla città di Trento.

In due date tra gennaio e febbraio, pur a ranghi ridotti, si è tornati a vedere lanci e battute sotto a un tetto. Il girone Nord è stato giocato da quattro squadre, Bears Rovereto, Trentino Aquile, BT Verona e Brescia, affrontatesi in un girone all’italiana nell’arco delle due giornate.

Ad aprire le danze sono i padroni di casa contro la squadra bresciana: ci vogliono tre riprese ad alto punteggio per scrollarsi di dosso la ruggine dei lanciatori, con il monte bresciano che zittisce le mazze trentine nell’ultima ripresa, andando così ad imporsi 15-12.

Restano in campo i lombardi che vanno ad affrontare l’altra squadra trentina, i Bears Rovereto: ancora una volta sono i passaggi gratuiti in base a farla da padrone e le squadre restano in pareggio fino al terzo inning, quando un exploit del lanciatore bresciano lascia a zero gli avversari, permettendo l’allungo decisivo e la vittoria 16-12.

Mentre Brescia si avvia verso casa, debutta in campo il Baseball Team Verona, il cui lanciatore partente fanno subito la voce grossa contro i Bears tenendoli a un punto in tre riprese, indirizzando la partita sul 13-5.

Molto più combattuta è la partita che chiude la prima giornata, con le Aquile che tornano in campo per sfidare Verona: la partita è equilibrata con continui botta e risposta, con le squadre che si presentano all’ultima ripresa in pareggio. I veneti riescono a segnare due punti grazie anche a un errore, mentre il Trento segna una sola volta, riempie le basi ma due strike out del rilievo veronese chiudono la contesa.

Le stesse quattro squadre di ritrovano a febbraio per completare il girone: va in scena il derby trentino tra Bears e Aquile, con i padroni di casa che riescono a tenere a un punto gli avversari nella prima ripresa, mentre segnano quattro punti nella parte bassa. Si aggrappano poi a questo vantaggio per il resto dell’incontro, chiuso per 15-12.

E’ nuovamente l’ora del Brescia che affronta i Bears in una partita dai due volti, con i trentini che prendono il largo nelle prime due riprese, ma poi si bloccano e permettono ai lombardi di recuperare il punteggio e chiudere su un inusuale (per il baseball) pareggio, 8-8.

Altra partita molto combattuta è quella seguente, tra Verona e Brescia, col monte (virtuale) di lancio che la fa da padrone tenendo sovente a zero le mazze avversarie. Alla quinta ripresa il Brescia si presenta in vantaggio di due punti, ma con l’ultimo attacco i veneti piazzano i tre punti del sorpasso, senza che Brescia riescano a rispondere: 5-4.

E il girone si chiude con la sfida lungo l’Adige tra Trento e Verona, con il Baseball Team che va subito in vantaggio e mantiene le distanze fino alla fine, imponendosi per 9-4.

Considerando deroghe e partite non utili ai fini della classifica, dal girone Nord esce vincitrice la squadra del Brescia, con Trentino Aquile e Bears Rovereto a seguire.

Un ringraziamento al comitato organizzatore, agli arbitri, ai genitori e a chi ha permesso lo svolgimento di queste due belle giornate di “batti e corri” invernale.

In attesa della finale nazionale…

Winter League Centro, Rovigo conquista la finale nazionale in rimonta

Una fase della bellissima finale, foto Lauro Bassani (c) Photobass.
Cliccando sulla foto si accede alla galleria completa

Anche nella sua versione “condensata” 2022, la Winter League non ha lesinato emozioni e spettacolo nella seconda e ultima giornata bolognese. Alla fine l’ha spuntata il Rovigo Allievi, che accede alla finale nazionale di Trento dopo una soffertissima finale vinta 3-2 contro la Nazionale Under 12. Nonostante un paio d’anni di differenza, gli azzurrini sono arrivati ad una sola eliminazione dal successo nella competizione, per poi cedere alla rimonta dei rovigini. L’Italia era passata subito in vantaggio (2-0 alla prima ripresa) e ha difeso il risultato fino all’ultimo attacco degli avversari, anzi fino all’ultima eliminazione, perché è con due out che è partita la rimonta. Con un uomo in terza, era un missile di Cherubin sparato sulle tribune della palestra Record (doppio per regola) a dimezzare lo svantaggio (1-2). Poi con un po’ di pressione sulle basi Rovigo completava l’opera e conquistava la finalissima di Trento anche perché Dal Pozzo, che l’anno scorso ha conquistato proprio con gli azzurrini il titolo europeo U12, era letteralmente “invisibile” per le mazze avversarie. Nella finale del 27 febbraio a Trento, Rovigo affronterà Brescia.

Non è stata da meno la finale per il terzo posto, che i padroni di casa degli Athletics hanno conquistato contro Minerbio con una lunghissima valida walk-off di Contri nell’ultimo attacco (4-3). In questo caso i gialloverdi avevano condotto le danze (3-0) fino all’ultimo attacco degli avversari, che ripetevano il copione già visto la scorsa settimana e segnavano 3 volte per il pareggio, ma poi dovevano cedere nell’assalto finale degli A’s.

Insomma, per un torneo che fino a poche settimane fa sembrava “impossibile”, non solo si è riusciti a giocare, ma per ragazzi e pubblico sono state due giornate avvincenti ed entusiasmanti, ed un’ottima “palestra” per la Nazionale U12 di Burato che dovrà difendere il titolo continentale nel 2022. E domenica 27, gran finale a Trento, dove il Brescia contenderà al Rovigo il titolo nazionale, mentre Rovereto e Trento si giocheranno il terzo posto.

Le immagini video delle finali della Winter League Centro sono disponibili sulla pagina Facebook degli Athletics di Bologna, mentre la galleria fotografica è stata curata da Lauro Bassani, che ha coperto tutte le partite

La Winter League riparte da Bologna e si tinge d’azzurro

A due anni di distanza dalla brusca interruzione del febbraio 2020, si riaccendono i riflettori sulla Winter League, con la prima giornata del torneo bolognese. A contendersi un posto per la finale di Trento ci sono le formazioni Under 14 degli Athletics Bologna, padroni di casa, del BCM Minerbio e del BSC Rovigo, più i “super guest” azzurrini della Nazionale italiana U12, che quest’anno difenderanno il titolo europeo.

Ad aggiudicarsi entrambe le gare della prima giornata è stata l’altra maglia azzurra, quella del BSC Rovigo, che ha prima superato il BCM Minerbio in una partita combattuta fino all’ultimo lancio (3-2), poi ha lasciato a secco l’Italia U12 (5-0). Le due formazioni sconfitte dai rovigini si sono poi rifatte a spese dei padroni di casa. Gli Athletics hanno prima ceduto all’Italia (4-0), poi con il BCM Minerbio hanno visto evaporare nelle ultime due riprese un vantaggio di 3-0 fino al walk-off finale degli avversari (4-3).

Il gironcino si chiuderà domenica 20 febbraio con Athletics-Rovigo (ore 14) e Italia-Minerbio (ore 15.15). Con il Rovigo già sicuro della finale del torneo, sarà quest’ultima partita a decretare la seconda finalista che contenderà ai veneti il pass per la finale di Trento. La finalissima è per le 17.30, dopo la finalina per il bronzo (ore 16.20), con gare trasmesse in streaming sulla pagina Facebook degli Athletics Bologna.

Ma al di là dell’aspetto agonistico resta la soddisfazione di essere ripartiti superando incertezze e difficoltà e ritrovando l’entusiasmo di tutti i ragazzi scesi in campo, ma anche di un pubblico che ha esaurito la capacità consentita delle tribune dell’impianto bolognese.

Junior Rimini campione Ragazzi a Bologna

Per il secondo anno consecutivo lo Junior Rimini si è laurerato campione della Winter League Ragazzi Emilia-Romagna. Ma se lo scorso anno il suo percorso era stato da rullo compressore, vincendo tutte le partite senza discussione, quest’anno ha dovuto aspettare il primo extrainning della finalissima per festeggiare.

Mentre al Palacus si sono svolte le finali dal 5° al 8° posto che hanno visto prevalere, rispettivamente, i Goti di Godo sulla Fortitudo Bologna per il 7° posto ed i Dustbins sul Pianoro Baseball per il 5° posto, al Centro Universitario Record si sono giocate le semifinali e finali per il titolo. E non è andata esattamente come da pronostici iniziali. 

Nella prima semifinale tra S.Lazzaro e Ravenna in realtà hanno vinto i primi (4-1), dopo aver vinto il proprio girone imbattuti. Subito in discesa la partita per i sanlazzaresi che già al primo turno di battuta mettono la testa avanti grazie all’home run di Tamburini e giocano in scioltezza i restatnti inning. Diverso il discorso nella seconda semifinale tra Athletics Bologna e Junior Rimini.

I gialloverdi bolognesi, che avevano vinto tutte e quattro le partite del girone, hanno avuto probabilmente un eccesso di timore dovuto all’importanza della partita. Per contro i ragazzi romagnoli hanno meritevolmente imposto le proprie doti tecniche ben diretti dai propri allenatori. La partita si incanala su una sostanziale parità per i primi due inning tenuti a zero punti da entrambi anche grazie a una discreta difesa esibita. L’equilibrio viene stravolto nel terzo inning dal romagnolo Cifalinò che dal box di battuta esplode una linea così potente che finisce nelle tribune scaturendo la totale ovazione del pubblico per un fuoricampo da due punti. Il lanciatore degli Athletics accusa il colpo e subisce immediatamente un doppio di Ardini e regala alcune base portando il Rimini sul 5-0. A poco servirà il punto della bandiera segnato da Casarin, il più piccolino in campo, a seguito di valida di Mazzocchi.

Gli Athletics non si riprendono nella finale per il terzo e quarto posto, battendo quasi nulla e permettendo al Ravenna Baseball di portare a casa in scioltezza la partita (5-1).

Emozionante finalissima, giocata punto a punto tra San Lazzaro 90 e Junior Rimini a cui non sono bastati i 5 inning regolamentari per stabilire la vincitrice. Sul punteggio di 3-3 comincia l’extra inning con San Lazzaro in attacco: dopo il primo eliminato al piatto, il sanlazzarese Tamburini esplode una valida in zona esterno centro per un comodo doppio. Base su balls concessa a Maiorelli, out per regola Rizzoli la cui battura colpisce il soffitto del palazzetto, ulteriori due basi ball portano il San Lazzaro in vantaggio 4-3. L’out al volo su Masina chiude la parte alta del sesto inning. L’attacco del Rimini comincia con poco controllo da parte del lanciatore sanlazzarese che colpisce il primo battitore e gli consente l’arrivo in terza con due successivi wild pitch. Corridore in zona punto, sale la tensione. Malagotti batte una rimbalzante sul terza base che raccoglie e assiste a casa evitando il punto del pareggio che però si concretizza alcuni momenti dopo senza però che il rimini batta valido: un altro colpito e alcuni lanci fuori controllo permettono al Rimini la segnatura. Ancora alcune imprecisioni della difesa del San Lazzaro e l’aggressività riminese su un mancato colto rubando in seconda mettono fine alla partita con il più classico dei walkoff.

Premi individuali per Suarez (Athletics Bologna) come miglior battitore e Rizzoli (San Lazzaro 90) come miglior lanciatore.

Arrivederci al prossimo anno.

La categoria Allievi dice ITAS BSC Rovigo

Si è conclusa domenica 16 febbraio la manifestazione Winter League Allievi Centro con la meritata vittoria del ITAS BSC Rovigo che ha sconfitto in una avvincente finale il S.Marino BC.

La giornata si è aperta come di consueto con le finali che hanno assegnato i posti dal 5° al 10°. Il Tozzona Imola ha battuto la Virtus Ozzano ottenendo il nono posto, la Fortitudo Bologna ha vinto sul BCM Minerbio classificandosi settima mentre il quinto posto è andato ad appannaggio del S.Lazzaro 90 vincente contro gli Athletics Bologna.

Nella prima semifinale ITAS BSC Rovigo ha avuto la meglio su un coriaceo Padule Sesto Fiorentino, accedendo per primo alla finalissima. Primi due inning senza segnature per entrambe le squadre, ma con andamenti diversi: completamente in controllo il partente del Rovigo, Giacomo Taschin, che ottiene 6 eliminazioni al piatto successive mentre il Padule fatica le fatidiche sette camicie per non far segnare i rossoblù, tenendo per due volte i corridori avversari fermi in terza base. Al terzo inning però la diga fiorentina cede, grazie a due valide di Russo e Taschin che portano a casa i tre punti che alla fine saranno decisivi. Il Padule reagisce al quarto inning, sfruttando il calo del rilievo rodigino Pillon che regala tre basi ed un colpito permettendo due segnature. Ma il Rovigo resiste anche nell’ultimo inning portando a casa il risultato (finale 3-2).

Nella seconda semifinale vita più facile per il S.Marino BC che regola il Ravenna Baseball 5-1, scappando via fin dalle prime battute e non concedendo valide agli alligatori che segnano i punto della bandiera solo a giochi decisi grazie a due colpiti ed una base.

Bella la finalina tra Ravenna e Padule, in bilico fino alla fine, con la partita sostanzialmente decisa dalla valida di Miani al terzo inning che ha portato  a casa il punto decisivo per i ravennati (2-1). Grazie al terzo posto finale il Ravenna Baseball si qualifica per la finale nazionale di Trento.

Appassionante finale tra ITAS BSC Rovigo e S.Marino BC, dominata dai lanciatori. I partenti Russo per il Rovigo e Guidi per il S.Marino concedono un solo punto a testa in tre inning, anche se il Rovigo batte di più (3 valide contro 2). E’ sui rilievi che si decide la partita: il sanmarinese Miele concede subito un punto con due basi ball e un bel doppio mentre Taschin concede un solo passaggio in base nei successivi 3 inning, collezionando 9 K e la vittoria per la sua squadra.

Premi individuali per Pillon del Rovigo, miglior battitore, e Federici del Ravenna, miglior lanciatore.

Terza giornata WL 2020 FVG

Nella terza e conclusiva giornata della WL 2020 FVG si aggiudicava l’ambito primo posto con accesso alla finale di nazionale di Bologna.

Le squadre dei Rangers e Ducks riescono entrambe a superare i Tigers in mattinata ed aggiudicarsi così la finale avendo conquistato 19 e 18 punti nel girone unico mentre i Cervignanesi si fermano a 16.

Nel doppio duello tra Astros e Dragons una vittoria a testa.

Finale dal clima incandescente, spalti gremiti e tifoserie rumorose. Sei inning ad alto tasso di adrenalina con le squadre che si rincorrono nel punteggio. I Rangers scattano in avanti con un doppio di Ienco che porta due punti. I Ducks accorciano con un fuoricampo di Rizzo al terzo.  Altro doppi di Ienco al quarto e i Rangers si portano sul 4 a 1. Inizio quinto e i Ducks si riportano sotto un doppio di Todorov, siamo 4 a 3.

Singolo di Girotto e fuoricampo di Padoan e i Rangers tornano su di tre.

Ultimo inning, squadre ormai a corto di lanciatori. I Ducks grazie a quattro valide (Cechet, Todorov, Lesan e Capitanini) ottengono 4 punti e si portano in testa per 7 a 6 nel delirio dei loro tifosi.

Quando ormai i Rangers potevano ormai farsi prendere dallo sconforto, invece reagiscono e su due out  e basi piene ottengono il punto del pari grazie ad un lancio pazzo ed il punto della vittoria con un singolo di Padoan per l’apoteosi finale.

La classifica finale vede nelle posizioni di rincalzo i Tigers terzi, Dragons quarti ed Astros quinti.

Miglior battitore del torneo Plusigh dei Tigers, miglior lanciatore Padoan dei Rangers, MVP Rizzo dei Ducks.

Un grande arrivederci al prossimo anno a tutti dal vice presidente Tomasin del Cervignano Baseball ha chiuso la manifestazione.

Athletics, San Lazzaro e Ravenna sugli scudi a Bologna

Ultima giornata di qualificazioni alla Record di Bologna per la Winter League Ragazzi Emilia Romagna e quella Allievi Centro.

Nella categoria dei più piccoli doppio importante incontro tra Athletics Bologna e Ravenna Baseball, già sicure della qualificazione alle semifinali, ma in cerca del primo posto del girone. La formula di questa stagione prevedeva infatti una ulteriore partita di seconda fase che ha visto A’s e alligatori incontrarsi due volte nello spazio di due ore. E sono due convincenti successi per i gialloverdi padroni di casa che lanciano la squadra del Pilastro come favorita per la vittoria finale assieme al San Lazzaro ’90. Nel primo incontro netta vittoria per 5-0 con i lanciatori bolognesi, Righini e Suarez, che in quattro riprese concedono una sola valida e un solo punto ai ravennati mentre in attacco già alla fine del secondo inning gli Athletics avevano preso il largo con ben quattro valide tra cui il doppio di Mazzocchi. Appena il tempo di rifiatare ed ecco il secondo match che parte così come era finito il primo: dopo due inning partita virtualmente finita sul 6-0 per gli Athletics con sempre Righini in controllo dal monte. Negli ultimi due inning Ravenna addolcisce la sconfitta segnando 5 punti per il 6-5 finale. 

Nel Girone 2 doppio impegno per lo Junior Rimini che dopo essersi sbarazzato abbastanza agevolmente dei giovani Goti (8-1) non riesce a guadagnare il primo posto venendo sconfitto dal San Lazzaro 90 (1-4). I sanlazzaresi che chiudono la fase a gironi imbattuti, ottima prova in battuta per Tamburini, doppio, e Maiorelli, home run da due punti. Anche dal monte di lancio ottimi segnali per il San Lazzaro, con un solo punto subito nel primissimo inning. Il successivo incontro tra Dustbins e Goti (finale 4-3) ha definito poi il terzo e quarto posto del girone

Saranno così Athletics-Junior Rimini e San Lazzaro 90 le due semifinali per il titolo regionale, in programma domenica 23 febbraio.

Per la categoria Allievi due soli incontri in programma, con Ravenna che si prende la rivincita sugli Athletics in una equilibratissima ultima gara della giornata. I gialloverdi partono forte al primo inning, due valide di Pablo Suarez ed Alessandro Carolingi danno subito il là per i primi due punti. I romagnoli accorciano subito le distanze e rimangono in partita, aggrappandosi alla maggior esperienza dei propri giocatori, mentre i gialloverdi mancano ripetute occasioni per incrementare il vantaggio. Ravenna subisce i lanci del partente bolognese Alessandro Carolingi (7k in 3 riprese), ma poi, sui lanciatori di rilievo, riesce all’ultima ripresa a portarsi in vantaggio, con tre valide consecutive (4 a 2). Gli Athletics reagiscono, mettono tre uomini in base ma alla fine Ravenna chiude vincente con due strike outs. 

In precedenza ancora vittoria per gli alligatori sul Minerbio (3-0) e quindi meritato secondo posto del girone, dopo lo schiacciassi ITAS BSC Rovigo. 

Domenica 16 febbraio verrà assegnato il titolo regionale con due semifinali che promettono spettacolo: San Marino vs Ravenna e ITAS Rovigo vs Padule Sesto Fiorentino.

Crazy sparecchia la seconda giornata Allievi del girone B Nord . La segue il BC Conegliano

Una settimana dopo il primo girone, è il momento per le restanti quattro squadre di sfidarsi per conquistare l’accesso alle finali per i primi posti del girone Allievi Nord: incroceranno le mazze Crazy Sambonifacese, T-Rex Pastrengo, Palladio Vicenza e Conegliano, ancora ospiti dei lupi del Trento Baseball presso il Centro Sportivo Trento Nord.

Primi a calcare il parquet sono Pastrengo e S.Bonifacio: i “rossi” sambonifacesi, sempre tra le squadre migliori, sfoggiano un grande monte di lancio che zittisce le mazze avversarie, che solo nel secondo inning mettono a referto punti. Invece il Crazy segna a ripetizione e chiude rapidamente la contesa sul punteggio di 14-2.

Restano in campo i sambonifacesi, che sfidano il Palladio Vicenza: i lanciatori rossi si confermano ancora in gran forma e concedono solo un punto in avvio agli avversari. L’attacco funziona ad intermittenza, segnando 4 punti a inning alterni per il risultato finale di 12-1.

Debutta poi la quarta squadra, Conegliano, che affronterà i T-Rex Pastrengo: questi ultimi sono aprono le danze segnando subito due punti, mentre il Conegliano rispnde con un punto. L’attacco “verde” però si inceppa, mentre gli ospiti vanno a segno in ogni ripresa costruendo il vantaggio di 6-2 che è anche il risultato finale dopo un quinto inning senza segnature.

Resta in campo il Pastrengo che sfida il Palladio: è una partita ad alto punteggio, con i vicentini che si portano subito in ampio vantaggio, mentre i T-Rex rispondono solo dalla terza ripresa. Un quinto inning da 4 punti chiude l’incontro a vantaggio del Palladio, con il Pastrengo che chiude la sua giornata con tre sconfitte.

Torna in campo il Crazy S.Bonifacio: ancora una volta le mazze venete girano alla grande con ben 11 valide che affossano i lanciatori del Conegliano, in grado di mettere a referto punti solo a giochi fatti, coi sambonifacesi che chiudono 13-4 ma soprattutto con un record di 3-0 si aggiudicano matematicamente il girone.

La seconda semifinalista del girone B sarà decretata dall’ultimo incontro della giornata, tra Palladio e Conegliano: i secondi partono in attacco ma restano a secco mentre i vicentini riescono a segnare. Gli ospiti però si riprendono subito e nelle due riprese successive fanno bottino pieno segnando 8 runs, mentre il Palladio raggiunge solo i 4 punti- Nell’ultimo inning il Conegliano riesce a segnare rendendosi irraggiungibile, sconfiggendo i vicentini e guadagnando il secondo posto del girone e la possibilità di giocare per il titolo Nord e l’accesso alla finale nazionale.

La finale Nord si terrà il 23 febbraio ancora a Trento, ma stavolta alla BLM Group Arena, teatro abituale di volley e basket di serie A, per una volta dedicato invece alla versione invernale del batti e corri.

Ancora una volta ringraziamenti alla società del Trento Baseball che si è occupata dell’organizzazione e del ristoro e agli arbitri che hanno garantito il corretto svolgimento della giornata. Nonché a tutte le società e tecnici che coi loro sforzi permettono ai nostri ragazzi di poter praticare il nostro sport anche in questo periodo dell’anno.

CUS Brescia si aggiudica la 2^ Giornata di Winter League Ragazzi Veneto Ovest 2020

CUS Brescia si aggiudica la 2^ Giornata di Winter League Veneto Ovest 2020 con 3 vittorie ed 1 sconfitta, superando BSC Vicenza che ne vince 2, ne pareggia 1 e ne perde 1.

La Gara che costa al Vicenza il primo posto è la prima della giornata che si ferma sul 7 a 7 contro i Dynos Verona. Gara con poche battute valide e molte basi ball.

Nella seconda gara Brescia regola Vicenza per 5 a 3. In questa gara i lanciatori di Brescia si comportano meglio di quelli di Vicenza e Brescia ne approfitta per mettere al sicuro il risultato nei primi 2 innings concedendo poi a Vicenza 3 punti nel terzo, non sufficienti per concludere la rimonta.

Nella terza gara Dynos chiude il primo inning in vantaggio di un punto ma poi, con molti out al piatto, non riesce più a realizzare mentre Brescia con 1 punto al secondo e 3 al terzo mette a sicuro il risultato sfruttando un rilievo sfortunato dei lanciatori Dynos.

Gara 4 ancora senza mezze misure, o Strike Out o Basi Ball, con Vicenza che sfrutta una valida e 2 errori Dynos per chiudere sul 6 a 4.

Gara 5, secondo scontro diretto Brescia Vicenza. Vicenza mette a segno 3 punti nel 1° inning grazie a 2 valide e 2 basi ball. Brescia accorcia nel 2° capitalizzando 1 valida e 2 basi ball. Nel 3°, 1 punto a testa chiude la gara sul 4 a 3 per Vicenza.

Gara 6 vede Brescia regolare agevolmente Dynos per 7 a 2. La vincono sul campo i lanciatori Brescia, più efficaci di quelli Dynos.

Domenica 23 febbraio pomeriggio giornata di Finali a San Martino Buon Albergo con le 4 semifinaliste, Crazy Sanbonifaciese, Vicenza BSC, CUS Brescia e San Martino Junior.