Autore: Emiliano Bonetti

Winter League Toscana, tutto pronto per il via

Anche quest’anno l’attività agonistica del baseball 2018 in Toscana partirà con la Winter League organizzata ancora una volta dallo Junior Firenze.

Avendo solo due giornate di gara disponibili, le iscrizioni a questo torneo sono state fermate alle ormai 9 squadre che si affronteranno in 19 gare. Le squadre sono state suddivise in tre gironi (Angels, Braves e Cardinals) di tre squadre ciascuna. Tutte i gironi si chiuderanno con la prima giornata di gare (18 febbraio dalle 9.00 alle 19.20) che si svolgerà presso la palestra di Malmantile – Lastra a Signa sede quest’anno della manifestazione. Le fasi finali che prevedono anche la possibilità di un ripescaggio tra le seconde dei tre gironi per accedere alle semifinali si giocheranno domenica 25 febbraio dalle 8.30 sino alle 19.20 sempre presso la palestra di Malmantile.

Tra le nove squadre partecipanti ci sarà anche una formazione al femminile (fuori classifica) che proseguirà l’esperimento già avvenuto con successo nel campionato ragazzi del 2017 con incontri giocati a palla mista: le ragazze infatti giocheranno in difesa come se fosse softball (palline grandi, lanciate da sotto) mentre in attacco con le regole del baseball.

Bologna definisce la griglia delle finali Ragazzi e Allievi

Con i primi due posti di entrambi i gironi già decisi domenica scorsa, la Winter League Emilia Romagna ha definito la griglia delle finali dal 5° al 10° posto. Con le vittorie, rispettivamente sui Dustbins di Baricella e sul Pianoro Baseball, Athletics e San Lazzaro guadagnano il terzo posto dei rispettivi gironi e giocheranno per il 5° posto mentre Fortitudo e Castenaso per il 7° posto. Finalina per il 9°/10° posto tra Dustbins e Pianoro. Giornata finale il 25 febbraio, con il doppio palcoscenico del Centro Universitario Sportivo Record per i posti d’onore, il PalaCus per le finaline.

Fortitudo-Dustbins (8-4): vittoria per la Fortitudo contro i Dustbins nella prima partita della giornata. Dopo un iniziale svantaggio (2-3 al primo) sono i biancoblu a segnare tre punti con tre valide (5-4 al secondo inning) e poi a chiudere il discorso alla quarta ripresa con altre 3 segnature.

Dustbins-Athletics (6-9): anche gli Athletics battono la new entry di Baricella, piazzandosi così al terzo posto del girone. In equilibrio per tre riprese (6-6) la gara viene poi sbloccata dalla valida di Anakin Polidori (9-6) e chiusa in difesa da Alessandro Carolingi con 3 strike outs consecutivi.

S.Lazzaro-Pianoro (4-3): Pianoro perde di misura la prima delle due partite della sua domenica. Parità fino al terzo inning, in cui entrambe le squadre segnano 3 punti soprattutto per errore delle rispettive difese (2 del Pianoro, 1 del S.Lazzaro). E’ poi il S.Lazzaro ’90 a segnare il punto decisivo con Casano, in base per balls, per errore degli interni su battuta di Rizzoli. 

Pianoro-Castenaso (1-7): netta invece la vittoria del Castenaso sui neroverdi. In vantaggio fin dal primo inning grazie a tre punti segnati grazie alla valida di Alessio Ingraito e due errori difensivi, controlla la gara col proprio lanciatore Mengoli (5 strike outs in due riprese). Pianoro non riesce a battere valide e segna il punto della bandiera all’ultima ripresa grazie ad alcune basi su balls. 

Nella categoria Allievi Centro la doppia vittoria del Rimini consente ai romagnoli di guadagnare il primo posto nel girone A a spese degli Athletics, sconfitti nell’ultima partita della giornata. In precedenza Ravenna sconfitto e superato in classifica dalla Fortitudo e doppia sconfitta per i volenterosi ragazzi di Ozzano.

Ravenna-Fortitudo (2-5): partita equilibrata decisa da alcuni episodi favorevoli alla Fortitudo. Stesso numero di valide per parte, stesso numero di strike out, il maggiore numero di basi ball concesse dal Ravenna (6 contro 2) ha fatto la differenza, in particolare al secondo inning quando i biancoblu hanno scavato il solco decisivo tra le due squadre (1-4).

Ozzano-Ravenna (2-6): andamento a senso unico con Ravenna che colpisce 4 valide contro zero e soltanto per un numero alto di basi gratis concesse mantiene in vita fino alla fine i volenterosi, ma inesperti ragazzi di Ozzano.

Rimini-Ozzano (6-3): partita simile alla precedente con Rimini che parte sicura e a fine secondo si trova in comodo vantaggio (3-0). Il cambio di lanciatore però, con ben 6 basi gratis concesse ai bianconeri, rianima la partita (3-3) e solo con l’ultimo attacco Rimini porta a casa il match. 

Athletics-Rimini (1-3): nella partita che ha deciso le sorti del girone A meritata vittoria di Rimini, più incisivo in attacco. Per tre inning dominio dei lanciatori: Nepoti per gli Athletics e Giovanelli per Rimini lasciano le briciole agli avversari. Al cambio il Rimini passa in vantaggio su Montanari soprattutto per un paio di sbavature difensive (2-0) e arrotonda al 5° inning (3-0) sempre su errore gialloverde. All’ultimo disperato attacco gli Athletics segnano un punto (3-1), ma subiscono la terza eliminazione con due uomini in base.

WL Allievi Nord: S.Bonifacio e T-Rex avanti con la calcolatrice

E siamo alla seconda parte della fase nord del campionato indoor categoria allievi: sul parquet del Centro Sportivo Trento Nord, che aveva già accolto il girone A, si sfidano le rimanenti squadre per l’accesso alla finale. Si comincia di buon mattino con la sfida tra i Crazy S.Bonifacio e i T-Rex Pastrengo: i verdi di Pastrengo colpiscono subito e alla terza ripresa conducono 3 a 0, mentre i rossi pagano vari errori di base running ed escono sconfitti per 7 a 1.
Restano in campo i sambonifacesi, che affrontano la Mobili Cerato Vicenza: dopo un inizio stentato, l’aggressività sulle basi dei Crazy stavolta dà i suoi frutti, portando a molti errori dei vicentini e al risultato finale di 12-3. Tocca ora al Pool77 Bolzano debuttare: purtroppo l’onnipresente influenza ha colpito gli altoatesini, costringendoli a dover partecipare fuori classifica: è un peccato  perché la partita è combattuta e ricca di punti, ma andrà a referto col punteggio di 7-0 per i veneti. Torna in campo il Pastrengo, per affrontare il Vicenza in una partita che si rivelerà decisiva per la
classifica finale, nonché tesa ed emozionante: i blu vicentini tengono le redini dell’incontro, ma gli avversari ribattono colpo su colpo, non mollando mai fino alla fine. L’incontro più equilibrato della
giornata si chiude quindi sul 7 a 6 per il Vicenza. Le ultime due partite si rivelano ricche di punti, begli swing e ottime giocate difensive, attirando molti applausi del pubblico presente, molto caloroso durante tutta la giornata, ma ancora da regolamento vengono registrate come 7-0.
A fine giornata le emozioni non finiscono, dato che classifica alla mano Crazy, T-Rex e Vicenza risultano prime a pari merito: deve scendere in campo la calcolatrice, dato che si deve valutare il
quoziente “punti segnati su innings giocati”. Dopo un’attenta analisi, la classifica recita:
1) Crazy S.Bonifacio
2) T-Rex Pastrengo
3) Mobili Cerato Vicenza BSC
4) Pool 77
Rivedremo queste formazioni e le quattro del girone A il 18 febbraio sempre a Trento, stavolta al PalaTrento di Via Fersina, per la finale del girone Nord.
Un ringraziamento alla società Trento Baseball A.s.d. e a giocatori, genitori, tecnici e dirigenti che hanno reso possibile lo svolgimento della bella giornata di baseball con la preparazione
dell’impianto e l’allestimento del punto di ristoro.

A Bologna tutto deciso nei Ragazzi, quasi negli Allievi

La Winter League Emilia Romagna, sulla falsariga della domenica precedente, assegna i due posti in semifinale nel girone A. Saranno Rimini, a punteggio pieno, ed i Goti, pur se sconfitti nel derby romagnolo, a continuare la caccia al titolo regionale nelle finali del 25 febbraio.

Athletics-Fortitudo (2-1): in un derby sottotono per le molte assenze da ambo le parti sono i gialloverdi del Pilastro a prevalere. Partono in vantaggio i biancoblu, con Moronta, in base per balls, che arriva a punto per due errori della difesa. Pareggiano gli Athletics con Polidori, in base per balls, in terza per scelta della difesa ed a punto per lancio pazzo. Ultimo attacco con Alessandro Carolingi, che per lo scarso controllo dei lanciatori avversari riesce a segnare il punto decisivo.

S.Lazzaro-Goti (1-5): molto più interessante la partita fra Goti e S.Lazzaro. Sono i bolognesi a partire in vantaggio, ma i ravennati pareggiano subito ed al terzo inning si portano in vantaggio (3 a 1) grazie alla valida di Matteo Casadio. Nel corso della gara i romagnoli arrotondano il vantaggio, approfittando dell’imprecisione dei lanciatori avversari, fino al netto risultato finale.

Goti-Rimini (3-6): il big match del girone. I riminesi cominciano forte, segnando tre punti grazie al triplo di Montanari ed alle valide di Moroni e Franceschini, ma Godo non si lascia intimidire e, approfittando dei problemi di controllo dei lanciatori dei Pirati, rimane incollato al Rimini. Partita decisa al cambio dei lanciatori: due basi su balls e due sbavature difensive del diamante dei Goti consegnano tre punti e la vittoria agli avversari.

Rimini-Pianoro (10-0): larga vittoria dei riminesi contro un onesto Pianoro che subisce la pressione offensiva degli avversari, autori di ben 9 valide (doppio di Baldassarri). Il Rimini gestisce a piacimento la gara, il cui risultato finale non lascia dubbi sull’andamento della partita.

Nella categoria Allievi Centro la doppia vittoria del S.Marino consegna ai titani la leadership del girone B. Pur non giocando, il Rovigo approfitta dei risultati favorevoli e guadagna il secondo posto e il posto in semifinale.

Castenaso-Goti (2-3): gara equilibrata, ma segnata dal primo inning offensivo dei ravennati che segnano tre punti per l’imprecisione dei lanciatori del Castenaso, associati a due errori difensivi. Castenaso accorcia subito le distanze, grazie al doppio di Simone Canellini (2-3), ma non riesce a riacciuffare il risultato, anche per la difesa dei Goti che coglie tra terza e casa base all’ultima ripresa il punto del pareggio biancoblu.

Goti-S.Marino (3-7): S.Marino supera nettamente Godo, ipotecando la vittoria del girone. Beccari uomo partita, con tre valide su tre turni (di cui due doppi) ed un ottimo lavoro sul monte di lancio, con zero punti e 5 strike outs ottenuti in due riprese. I Goti accorciano le distanze (7-3) alla terza ripresa, grazie ai problemi di controllo dei rilievi sammarinesi ed a un errore della difesa avversaria, ma ciò non basta per rovesciare il risultato della gara.

S.Marino-Pianoro (2-1): più dura per i Titani la gara contro il Pianoro baseball. Contro il mancino Amerigo Raccio i sanmarinesi non toccano palla e devono aspettare una palla mancata del ricevitore avversario per segnare all’ultima ripresa il punto decisivo.

Fortitudo-Ozzano (3-2): a chiudere la sfida tutta bolognese fra Fortitudo Baseball ed Ozzano Virtus. I bianconeri pagano il brutto inizio dei propri lanciatori (3-0 al primo inning), poi si riportano in partita (1-3) ed all’ultima ripresa, grazie a due errori dei biancoblu, si riportano sotto (2 a 3), ma con il punto del pareggio in terza base lo strike out di Marzari chiude la partita.

Winter League Emilia Romagna e Allievi Centro: primi verdetti

La Winter League Emilia Romagna emette i primi verdetti con S.Marino che vince due volte e chiude imbattuto la sua regular season ovviamente a punteggio pieno.

Castenaso-S.Lazzaro (0-6 tav.): nella prima gara del programma, riguardante il girone A, Castenaso batte nettamente sul campo il S.Lazzaro (8 a 2), ma non avendo il numero regolare di giocatori (ben 7 ragazzi a letto con l’influenza), si vede giocoforza attribuita la sconfitta 6-0 a tavolino.

Dustbins-Ravenna (5-10): netta vittoria del Ravenna sui Dustbins di Baricella e secondo posto del raggruppamento. Subito in vantaggio, 6-3 dopo due riprese, i romagnoli tengono poi in pugno la partita, nonostante il rendimento altalenante dei propri lanciatori.

Ravenna-San Marino (0-4): dopo due inning in equilibrio, al terzo rompe il ghiacchio il San Marino, con Baldacci, in base per balls, che arriva salvo a casa base su battuta in campo interno di Mancini (1-0). Il Ravenna non riesce a reagire, contro i lanci prima di Miele e poi di Mancini (11 strike out in totale, 0 valide subite), e sono ancora i Titani a segnare, segnando altri tre punti su altrettanti errori difensivi del diamante del Ravenna.

San Marino-Athletics (9-5): è l’attacco sanmarinese a tenere su di peso la propria squadra (6 valide complessive, ben distribuite fra tutti i giocatori), mentre i lanciatori palesano problemi di controllo. I giovani gialloverdi rimangono a ridosso nel punteggio senza però dare mail la sensazione di poter agguantare la partita.

Nella categoria Allievi Centro protagonisti di giornata gli Athletics Bologna che vincendo entrambi gli incontri in programma ipotecano la semifinale. Ravenna e Rimini, entrambe all’esordio, chiudono la domenica con una vittoria e una sconfitta a testa, ma il derby romagnolo va a Ravenna. Vincendo contro Pianoro il Castenaso Baseball continua a sperare nella qualificazione.

Pianoro-Castenaso (0-5): parte bene il Castenaso che raccoglie subito due punti al primo grazie a due valide (2-0). L’attacco del Pianoro non riesce a pungere e al terzo inning subisce altri tre punti che rendono un pro forma l’ultimo attacco dei pianoresi.

Rimini-Fortitudo (2-0): ottima prova dal monte del riminise Filippo Foschi che in tre inning ottiene 8 eliminazioni al piatto, subendo solo una valida e zero punti. In attacco il Rimini si dimostra più incisivo, con 4 valide di cui due doppi di Manuel Balducci, portando a casa un punto al primo inning ed uno al terzo per la prima vittoria stagionale.

Ravenna-Rimini (2-1): Il Ravenna fa suo il derby romagnolo grazie ad un pessimo inizio del monte di lancio che al primo inning concede 4 basi gratis, 3 lanci pazzi e 1 balk permettendo ai ravennati si segnare due punti (2-0). Il Rimini tenta la rimonta al terzo, ma riesce soltanto ad accorciare le distanze grazie ad un paio di errori difensivi.

Athletics-Ravenna (3-1): la migliore partita della giornata. Dopo un primo inning in bianco per entrambe le squadre i bolognesi allungano al secondo mettendo a segno due valide e sfruttando un errore difensivo (2-0). Al terzo il Ravenna accorcia le distanze grazie al doppio di Christian Laghi che sfrutta poi un errore di tiro del catcher per segnare il primo punto del torneo sul lanciatore gialloverde Riccardo Nepoti, comunque autore di 9 eliminazioni al piatto in tre inning (2-1). Gli Athletics riportano a due punti il vantaggio grazie a problemi di controllo dello stesso Laghi (3-1) e il rilievo Lorenzo Montanari chiude i conti con un ottimo inning finale.

Ozzano-Athletics (3-4): il punteggio sembrerebbe indicare una partita equilibrata, ma i punti degli ozzanesi sono arrivati a partita ormai decisa, dopo che i bolognesi avevano messo al sicuro il risultato nei primi due inning, in realtà più per demeriti del monte di Ozzano che propri meriti.

WL 2018 FVG: Rangers, Ducks, NBP ed Europa accedono al girone delle migliori.

La quinta edizione della WL FVG raggiunge il numero record di squadre partecipanti (nove) e di conseguenza deve adeguare il formato. Prima giornata già importante a definire quali squadre costituiranno il girone delle prime quattro che lotteranno per il titolo 2018. Tre gironi preliminari con le teste di serie Ponte (vincitore 2017), Tigers e Ducks.
Due campi e partite in contemporanea, si inizia subito con Tigers-NBP ed Europa-Ducks, e subito una sorpresa l’Europa che impegna allo spasimo i titolatissimi Ducks: la partita scorre velocissima 5 inning sempre in equilibrio con degli acuti tecnici quali il fuoricampo di Favotto, esterno destro dell’Europa, ed i 3 colti rubando del catcher Radin dei Ducks che vincono per 5 a 3.
Partenza col piede sull’acceleratore per i Rangers, una delle rivelazioni del torneo, che superano per 8 a 0 i Riverstones e poi conquistano la seconda convincente vittoria con il Ponte. I Junior Alpina, completamente rinnovati, sconfitti dai Ducks, impegnano in un’altra bella partita l’Europa. Al termine del terzo inning punteggio sul quattro pari, la rotazione finale dei lanciatori premia l’Europa che ottiene più controllo dal proprio monte.
I Ducks 2 giocano fuori classifica, ma si tolgono la soddisfazione di superare nel derby isontino i NBP, dopo aver perso contro i padroni di casa dei Tiger nel girone più equilibrato.
Al termine delle prime nove partite della giornata Rangers,NBP e Ducks primi dei propri gironi ammessi direttamente al girone delle migliori, Ponte ed Europa migliori delle seconde al ripescaggio per conquistare l’ultimo posto disponibile nel girone.Tigers,Riverstones,Junior Alpina e Ducks nel girone che si giocherà il quinto posto.
Il ripescaggio vede l’Europa superare nettamente il Ponte per 10 a 3. In attacco sugli scudi Fanutti che ottiene un doppio e un singolo, che ottiene anche in due inning da lanciatore 6 K.
Per chiudere in bellezza i Rangers e Ducks anticipano una partita del loro girone. Per i Ducks si distinguono Pizzolato,Bernardis ed Olivari che nel terzo inning ottengono tre doppi in fila, Nanosei ne otterrà un altro nell’inning successivo. I Rangers soffrono moltissimo il monte avversario che ottiene 11 k complessivi.

Cervignano al via. A Bologna di scena Ragazzi e Allievi Centro

Il circuito Winter League vedrà domenica l’esordio della manifestazione Ragazzi del Friuli Venezia Giulia. Come ormai da qualche anno l’organizzazione è del Cervignano Baseball.

La manifestazione è suddivisa in due giornate e ben 21 partite di qualificazione che porteranno alla giornata finale del 25 febbraio, sempre nella splendida location del Palazzetto dello Sport Comunale di Piazzale Lancieri D’Aosta.

Otto società impegnate con un totale di nove formazioni che si sfideranno in una formula che prevede inizialmente tre gironi da tre squadre. A sfidare i campioni in carica del Ponte di Piave scenderanno in campo, oltre ovviamente ai Tigers, i New Black Panthers, Junior Alpina Trieste, Staranzano Ducks (con due formazioni), Europa Baseball, Riverstone di Maserada e i Rangers Redipuglia.

A Bologna, invece, sono in programma la terza giornata della Winter League Emilia Romagna nei Ragazzi, al mattino, e della Winter League Allievi Centro, al pomeriggio, tutto come al solito nella cornice del Centro Universitario Sportivo Record.

In entrambe le manifestazioni potrebbero già esserci dei verdetti. Nei Ragazzi, dopo la partita iniziale tra Castenaso e S.Lazzaro ’90 scenderanno in campo, per il girone B, le due capoliste Ravenna e S.Marino, impegnate rispettivamente contro i Dustbins Baricella e contro gli Athletics, oltre che nel derby romagnolo. Ad entrambe basta un solo punto per acquisire la matematica qualificazione alle semifinali.

Anche negli Allievi protagonista il girone B con gli esordi di Rimini, Ravenna ed il graditissimo ritorno sul palcoscenico della Winter League della Virtus Ozzano. Doppio impegno anche per gli Athletics Bologna. Per il girone A una sola partita, tra Pianoro e Castenaso, in uno scontro decisivo per continuare a sperare nella qualificazione alle semifinali. Chi dovesse uscire vincitrice avrebbe ancora speranza, la perdente si dovrebbe invece accontentare dei posti di rincalzo.

ALLIEVI NORD: a Trento la sopresa è il Padova Redhawks!

E anche per il 2018 è il momento della Winter League Baseball Allievi!
Ancora una volta è la città di Trento ad accogliere i primi lanci della stagione, con il Palazzetto dello Sport di Gardolo ad ospitare il girone A della parte Nord del torneo.
Ad aprire le danze sono i padroni di casa del Trento Baseball contro i forti veneti del S.Martino Junior, vincitori più volte della manifestazione, che ci tengono a mettere subito in chiaro le cose e dilagano subito, imponendosi agevolmente per 13-1.
Nella partita successiva è il Palladio Vicenza a dare battaglia al S.Martino, ma anche in questo caso i “bianchi” riescono a trovare la via della vittoria con il punteggio di 6-1.
Debuttano poi i Padova Redhawks, che se la vedono contro i rossi vincentini: le due squadre si affrontano segnando a inning alterni, ma sono i patavini a dare la spallata finale al quinto inning,
imponendosi per 10-5. L’incontro successivo è il più combattuto della giornata e di fatto diventerà la sfida per il primo posto del girone: torna in campo il S.Martino Jr a sfidare Padova. I veronesi si portano subito in vantaggio, ma i Redhawks ribaltano il risultato e vanno sul 3-1; altro ribaltamento e a metà del quarto inning il S.Martino guida per 5-3, con il Padova che ha a disposizione l’ultimo attacco.
Sfortunatamente il lanciatore veronese concede molte basi su ball e i mai domi padovani riescono a piazzare il colpo del sorpasso, imponendosi per 6-5.
Ritornano poi in campo i lupi trentini, che sfidano il Palladio per evitare l’ultimo posto del girone: cosa che però non riesce, dato che i veneti si portano subito in vantaggio e l’attacco trentino ha le polveri bagnate. Infine l’ultima partita, ininfluente per la classifica, è il testacoda tra Padova e Trento: i padroni di casa restano in partita fino a metà incontro, ma la superiorità dei veneti viene fuori alla lunga, permettendo loro di chiudere il girone imbattuti.
La classifica finale del girone recita dunque: Padova RedHawks, S.Martino Jr, Palladio Vicenza, Trento Baseball. Prossimi appuntamenti il girone B, sempre a Gardolo il 4 febbraio, e la finale del girone Nord, al PalaTrento di Via Fersina il 18 febbraio.
Un ringraziamento alla società Trento Baseball A.s.d. per l’organizzazione dell’evento e più precisamente a giocatori, genitori, tecnici e dirigenti che hanno provveduto all’allestimento della struttura, alla logistica e al servizio bar durante tutte le dieci ore della manifestazione.